Contabilizzazione e termoregolazione del calore

Il D.Lgs. 102/2014 recependo la direttiva 2012/27/UE, ha reso obbligatorie entro il 31/12/16, a tutti i condomini con impianto di riscaldamento centralizzato:

  • l’installazione di sistemi di termoregolazione e di contatori di calore individuali (anche per acqua calda sanitaria)
  • la ripartizione delle spese per il riscaldamento e acqua calda sanitaria (norma UNI 10200).

 

La contabilizzazione del calore:

L’installazione di contatori di calori per ogni unità abitativa permette di determinare l’effettivo consumo di calore di ogni condomino, quindi di pagare, quasi come un impianto autonomo, la quota di consumo volontario. La quota di consumo involontario invece, secondo la norma UNI 10200, deve essere ripartita tra i condomini proporzionalmente al proprio fabbisogno energetico.
Il compito del tecnico quindi è quello di:

  •  analizzare i fabbisogni energetici di ogni unità immobiliare
  •  redigere la nuova tabella millesimale per le spese di riscaldamento

Redatta la tabella verrà suddivisa la quota di consumo involontario (quota fissa) mentre la quota consumo verrà calcolata dalla ditta incaricata della bollettazione.

 

La termoregolazione:

L’installazione nei caloriferi di valvole termostatiche permette di regolare il consumo di energia per ogni calorifero a vantaggio del comfort ambientale e del risparmio energetico ed economico.

Dal punto di vista tecnico le valvole termostatiche modificano radicalmente l’impianto e richiedono la sostituzione della pompa di circolazione; la scelta di quest’ultima è molto delicata e, se non correttamente dimensionata, può portare a problemi nell’impianto.

Se vuoi essere sicuro che il tuo impianto lavori con la massima efficienza puoi rivolgerti a noi; seguiamo i nostri clienti dalla fase di progettazione alla messa in opera. Oltre che nelle province di Monza, Milano, Varese, Como e Catania si valutano eventuali interventi in tutta Italia. 

 

Post a comment